Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Luca Flagiello Fotografo Napoli – Blog News | October 17, 2019

Scroll to top

Top

Servizio fotografico: stile classico o reportage?

Servizio fotografico: stile classico o reportage?

La fotografia di matrimonio ha origini piuttosto antiche e la si fa risalire al 1840, data del matrimonio dei regnanti Alberto e Vittoria d’Inghilterra, anche se a partire dal 1820, qualche esperimento c’era sicuramente già stato. Si trattava di fotografie statiche, per niente naturali e in genere molto austere.
I generi, le tecniche e le attrezzature da allora si sono enormemente evoluti, e così anche il mercato.
Ma gli stili? Sono innumerevoli, di certo i più significativi e maggiormente inclusivi sono lo stile classico e quello reportage.
– Lo stile classico, definito in maniera generica “ritrattistico” o “in posa”, prevede che gli sposi rivolgano lo sguardo verso l’obiettivo, che sorridano o comunque assumano posture ed espressioni indotte e non sempre naturali. Anche gli invitati sono fotografati secondo le stesse modalità. In generale l’evoluzione di questa tecnica, se ben eseguita, permette di ottenere oggi risultati artistici di alto livello.
Una piccola precisazione: l’espressione “non naturale” in questo contesto non è intesa secondo un’accezione negativa ma semplicemente come una caratteristica.
– Lo stile fotogiornalistico, denominato spesso “reportage” o più impropriamente “non in posa”, prevede le tecniche di ripresa omonime che permettono di fotografare il matrimonio in tutte le sue naturali sfaccettature, filtrate talvolta dalla vena creativa del fotografo che ne accentua alcuni tratti. Gli invitati sono ripresi in gruppo o individualmente, ma sempre durante lo svolgimento di un’azione significativa.
In verità questi due stili non sono “chiusi”, anzi in molti casi si incontrano.