Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Luca Flagiello Fotografo Napoli – Blog News | October 17, 2019

Scroll to top

Top

La scelta del fotografo

La scelta del fotografo

Le foto e i video del matrimonio sono l’unico ricordo di quel giorno, che vi permetterà di rivivere quei momenti emozionati a distanza di anni, sfogliando il vostro album fotografico con figli e nipoti. Per questo, la scelta del professionista che si occuperà del vostro servizio fotografico è molto importante.
Ecco alcuni consigli da seguire:

1 – Non affidatevi ad un ospite del matrimonio.
Non delegate il servizio fotografico ad un ospite del matrimonio, per quanto bravo sia. Anzitutto gli impedireste di godersi la cerimonia, ed inoltre per essere fotografi ad un matrimonio bisogna avere esperienza nel settore in quanto bisogna sapere esattamente quali sono i momenti della cerimonia per coglierli al volo, sapere quale gesto stanno per compiere gli sposi, per poter fotografare velocemente ora le mani, ora lo sguardo, ora il celebrante.
Ricordate che il giorno del matrimonio è unico, irripetibile, e come tale è sempre meglio affidarsi a dei professionisti.

2 – Chiedete al fotografo di rimanere fino alla fine della festa.
Altro consiglio è quello di far rimanere il fotografo anche durante il ricevimento di matrimonio: è proprio qui che gli sposi e gli invitati saranno più spontanei, e sarà possibile cogliere le emozioni.

3 – Verificare i lavori precedenti del fotografo
Il primo passo consiste nel valutare il portfolio del fotografo a cui ci rivolgiamo. La fotografia e’ ARTE e l’arte deve essere vista.
Non limitatevi, inoltre, ad una selezione delle foto più belle, chiedete di poter visionare il lavoro completo.

4 – Tipologia del servizio.
Reportage
In questo caso il fotografo si preoccupa di documentare la giornata, senza escludere ovviamente dei passaggi obbligati come la foto con i genitori o con i testimoni, ma cercherà di catturare immagini il più possibile spontanee.
Foto posate/glamour
In questo caso si può parlare di ritratti. Si tratta di foto posate e realizzate, come nel primo caso, allo scopo di immortalare i passaggi più significativi della giornata, ma tralasciando la spontaneità.

5 – La giusta proporzione tra scatti e foto scelte.
Per quanto riguardo lo stile reportage non esiste un numero di foto consigliato. La cosa importante è avere fotografi che aiutino gli sposi nella successiva selezione fotografica: consegnare migliaia di scatti a persone inesperte potrebbe interferire con la buona riuscita dell’album.
Il numero ideale comunque è di 120-180 foto.

6 – L’attrezzatura adeguata
Nikon D3S, D3X, D4 e le D2 un po’ più datate ma sempre validissime per un professionista. Per le Canon ovviamente le EOS 1D tutte.
Comunque sia non è la macchina a fare il fotografo.

7 – Il video
Essenzialmente lo stile del video dipende molto da chi esegue le riprese e da chi si occupa del montaggio.
Il linguaggio comunque, è sempre documentaristico, anche se però è possibile renderlo meno noioso con la scelta di musiche adeguate, limitando ai momenti topici (scambio delle promesse e degli anelli) l’audio originale.

8 – La durata ideale del video
La durata ideale di un video da matrimonio è tra i 15 e i 20 minuti, altrimenti, aspettiamoci da amici e parenti invitati alla visione sguardi disperati causati dalla noia!

9 – Quanto prima contattare il fotografo e il video maker
Per i mesi di Maggio, Giugno e Settembre almeno 10 mesi prima se non 1 anno, i sabati e le domeniche sono limitati e tutti si sposano in questo periodo. In periodi diversi, invece, possono bastare anche 6 mesi di anticipo.

10 – Cosa scrivere nel Contratto
– i diritti e doveri sull’utilizzo delle immagini, sia per il fotografo che per gli sposi;
– modalità di pagamento, il prezzo pattuito e gli eventuali extra;
– il nome del fotografo che si occuperà delle riprese;
– la tipologia dell’album scelto, incluse le copertine;
– la tipologia del servizio video: HD o SD, a più camere, con attrezzature cinematografiche o meno;
– i servizi accessori scelti: prematrimoniale, foto al ricevimento, album per i genitori, DVD con tutte le foto…
– assicurarsi che il fotografo segua l’intero svolgimento della giornata.

11 – Come evitare “fregature”
Diffidare dei prezzi troppo bassi, nascondono probabilmente degli imbrogli.
Un servizio foto e video, facendo una media, non potrà costare meno di 2000 euro.