Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Luca Flagiello Fotografo Napoli – Blog News | October 17, 2019

Scroll to top

Top

Innamorati di Napoli: San Francesco al Monte

Innamorati di Napoli: San Francesco al Monte

La struttura risale al 1500 ed ebbe origine da una prima unica cella che Frate Agostino da Miglionico, dell’Ordine dei Frati Minori Conventuali, detti anche Barbanti per la loro fluente barba, ricavò nel fianco della collina di San Martino, in un’area isolata detta la montagna. Col tempo, la prima celletta divenne la chiesa di Santa Lucia Vergine e accanto ad essa si sviluppò un più ampio complesso religioso.

Al terzo piano vi è il Refettorio. La sala antistante, detta De Profundis, era il luogo dedicato alle preghiere che precedevano il pranzo. Sul muro di testata vi è un grande affresco che raffigura Gesù a mensa che imbocca S. Pietro d’Alcantara, mentre sono in attesa San Pasquale e Santa Teresa con tre monache.

Il terzo piano ospita anche la cella dove Giovan Giuseppe della Croce visse gli ultimi 12 anni della sua vita. Ricordato per il miracolo delle albicocche che intorno a lui crescevano anche durante l’inverno.
La cella che lo ospitò fu trasformata poi in cappella votiva ed è oggi uno degli ambienti più suggestivi dell’intera struttura.

La Sala del Forno e la Sala dei Conventuali adiacenti al refettorio sono gli antichi locali destinati a cucina e cantina.